Lainate – 0236541838 | Milano – 02437408 studio@muliari.com

 

Quali sono i Suoi Impegni sul fronte della Mobilità e dei Trasporti?

Per la mobilità le nostre proposte si muovono lungo due assi: trasporto pubblico e mobilità sostenibile. Per il trasporto pubblico, riteniamo necessario attivare azioni forti e condivise per potenziare il trasporto da e per Milano, in particolare per quelle zone del territorio che oggi non fruiscono neanche del servizio su gomma. E’ poi necessario che il progetto Metrotramvia, che consentirà di collegarsi alla rete ferroviaria e a Mind dal nord di Lainate, diventi un progetto concreto e finalmente un’infrastruttura a servizio della Città. Forte dovrà essere la pressione verso Regione Lombardia perché l’idea non rimanga sulla carta. Nel frattempo, occorrerà verificare la possibilità di modificare il percorso di alcuni autobus al fine di coprire il collegamento con Mind. Sul fronte mobilità sostenibile, oltre a razionalizzare i percorsi dei veicoli privati in Città, occorrerà incentivare tutti gli strumenti già presenti (car sharing, car pooling, sostegno all’estensione delle colonnine di ricarica elettrica). Ma soprattutto riteniamo di sviluppare la Città in ottica policentrica in modo che i cittadini possano trovare i servizi di cui hanno bisogno “a portata di mano” limitando gli spostamenti e favorendo la mobilità alternativa. Si tratta di un cambiamento culturale e le proposte dell’Amministrazione dovranno accompagnare questa evoluzione di prospettiva. Un percorso di medio periodo che deve però partire da subito.

Quali sono i Suoi Impegni sul fronte della Formazione per la prima occupazione e per quella successiva?

I temi della formazione e della scuola sono per noi fondamentali, tanto che nel programma li abbiamo inseriti nel capitolo dello sviluppo. Particolare attenzione sarà dedicata ai giovani al fine di promuovere la loro partecipazione alla vita cittadina, sostenerne la formazione e l’orientamento professionale così da stimolarne la creatività e la responsabilità sociale. Punto centrale del nostro programma è l’ulteriore sviluppo dell’ITS a indirizzo chimico, presente a Lainate dalla seconda Amministrazione Landonio, potente strumento per la formazione e l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro. Per un cambio di passo, occorre che l’Amministrazione sia parte più attiva del progetto per intercettare e sviluppare nuove opportunità professionali. Valuteremo poi insieme alle scuole presenti a Lainate la possibilità di attivare sezioni che propongano la formazione in lingua inglese. In merito alla formazione successiva, è necessario che il Comune collabori, in maniera attiva e propositiva, con le diverse realtà che già oggi operano in questo ambito. Lo scopo è quello di co-progettare iniziative, assicurare processi formativi diffusi e supportare in particolare le piccole imprese per garantire supporto alla formazione e agevolare un effettivo incontro tra Domanda e Offerta di Lavoro. L’aggiornamento professionale, l’attenzione ai bisogni che si evolvono aiutano i lavoratori a rimanere sul mercato e le imprese a garantirsi quella manodopera competente che oggi si fa così fatica a reperire.

Quali sono i Suoi Impegni per intercettare anche a Lainate gli impatti di MIND?

Pensiamo che il tema del lavoro sia il fulcro per un’amministrazione che voglia essere attenta alle persone. In questo senso, vogliamo dare sostegno alle iniziative per sviluppare nuove attività che possano generare posti di lavoro, prestando attenzione alle esigenze del territorio a cominciare da quelle di Mind. Ridurre al minimo gli adempimenti burocratici, semplificare l’accesso ai servizi comunali, evitare di aggiungere adempimenti a quelli già previsti per Legge sono modalità concrete per sostenere queste iniziative. L’area ex Alfa Romeo, di recente oggetto dell’atto integrativo dell’accordo di programma del 2012, prevede spazi per progetti innovativi che vanno sostenuti, resi concreti e utilizzati come volano per l’insediamento di realtà di supporto su tutto il territorio. A sostegno di queste iniziative pensiamo di favorire l’insediamento di alloggi a canone accessibile, utili per le tante persone che graviteranno attorno ai nostri territori. Si tratta di un’iniziativa di cui potranno beneficiare anche i giovani che vorranno venire a Lainate per aderire alle proposte formative di cui abbiamo parlato. Non dimentichiamo, poi, gli impatti “indiretti” che potranno derivare dall’insediamento di Mind. Essere pronti con proposte culturali mirate (in primis per Villa Litta), soddisfare le eventuali esigenze ricettive e abitative che dovessero emergere, sono elementi che potranno caratterizzare il nuovo Piano di Governo del Territorio che sarà necessario adeguare. Filo conduttore di queste azioni dovranno essere “flessibilità” e “rapidità decisionale”, elementi essenziali per essere al passo con il mercato e per soddisfare le richieste che emergeranno.

Alberto Landonio