Lainate – 0236541838 | Milano – 02437408 studio@muliari.com
Condividi
Nell’ambito di un incarico professionale, il dottor Giancarlo ha incontrato Umberto Caproni, figlio di Gianni, il pioniere dell’aviazione italiana, rinnovando una piacevole circostanza già verificatasi un anno e mezzo fa. Incontrare l’Ingegner Caproni è sempre un’esperienza fuori dall’ordinario: entrando nel suo studio si fa letteralmente un tuffo nella Storia, tra memorabilia di tempi eroici ed i racconti dell’Ingegnere, legati all’aeronautica e alla figura del padre Gianni.
Gianni Caproni non si limitò a dare un contributo primario alla nascita dell’aeronautica italiana, ma seppe essere anche un imprenditore molto avanti rispetto ai suoi tempi: cercò in ogni momento di migliorare le condizioni del lavoratore, istituendo, assai prima di imposizioni sindacali, scuole di apprendistato, asili nido, mense ed assistenza medica. Nutrì sempre rispetto per il lavoro femminile ed ebbe una vera e propria ammirazione per le donne imprenditrici come Adele Lancia e Giuseppina Agusta.
Caproni prestò grande attenzione al progresso metallurgico e alle nuove leghe che miglioravano alquanto la robustezza dei velivoli. A suo nome sono registrati più di 160 brevetti innovativi per aeromobili, motori e strumenti e la sua galleria aerodinamica di Taliedo permise di compiere prove di grande interesse scientifico. Nel diario che tenne sino alla sua morte nel 1957 si legge Come sempre riuscirò, perché voglio riuscire, perché insisterò quanto basta“.